aumento iva bollette

Aumento IVA: possibili rincari delle bollette fino al 10%

Il possibile aumento dell’IVA potrebbe avere pesanti ripercussioni anche sulle bollette degli italiani. Lo studio di SosTariffe prova a quantificare tali ulteriori aggravi. I maggiori incrementi sono previsti per l’energia elettrica, in particolar modo per gli utenti ancora in regime di maggior tutela.

Perché cresce il rischio

Lo spauracchio dell’aumento dell’IVA è uno dei temi principali nell’agenda economica e politica di questa estate. La crisi di governo e il perdurare di una situazione di instabilità hanno di fatto accresciuto tale possibilità. Diventano sempre più risicati, infatti, i tempi per la definizione e l’approvazione della Legge di Bilancio, circostanza che metterebbe l’Italia in seria difficoltà con l’Europa.

Senza contromisure economiche adeguate, l’incremento delle aliquote IVA diverrebbe dunque realtà. A subentrare, ci sarebbero le clausole di salvaguardia, che prevedono la variazione automatica di specifiche imposte (tra cui l’IVA) per garantire gli incrementi di gettito fiscale che consentirebbero il raggiungimento di previsti obiettivi di finanza pubblica.

Quanto aumenterebbero le nostre bollette luce

L’incremento dell’aliquota IVA dal 10 al 13% comporterebbe pesanti rialzi per le bollette luce e gas. Questo è quanto viene fuori da un analisi compiuta al riguardo da SosTariffe.it.

Per ciò che concerne l’impiego di energia elettrica, le studio prende come modello un utente-tipo con un consumo annuo di 2700 kWh, ripartito al 50% nella fascia F1 e per l’altra metà nelle fasce F2 e F3.

Da tale base di partenza, risulta evidente come i maggiori rialzi colpirebbero i consumatori in regime di maggior tutela. In questo caso, da una stima di spesa media per il 2019 pari a 628,32 €, con l’aumento dell’IVA si arriverebbe nel 2020 a 687,30 €. La variazione registrerebbe quindi un preoccupante +9,39% rispetto ai costi attuali.

Per il mercato libero, si è indicato invece una spesa media pari a 492,48 €, che potrebbe giungere a 505,10 € nel 2020, ossia con un incremento del 2,56%.

Rialzi anche per le bollette gas

L’aumento dell’IVA comporterebbe incrementi anche sulle bollette gas, sebbene con percentuali meno significative.

A essere preso qui in considerazione è un utente-tipo con un consumo annuo di 1400 metri cubi. In più, in una nota al proprio lavoro, SosTariffe sottolinea come per un consumo di gas fino 480 metri cubi annui, l’IVA applicata passerebbe dal 10 al 13%. Per consumi maggiori, invece, l’aliquota aumenterebbe dall’attuale 22% al 25,2%.

L’utente che sfrutta ancora il servizio di tutela vedrebbe così aumentare la sua bolletta del 2,31%, passando dai 1067,24 € del 2019 ai 1091,92 € del 2020.

Quasi simili i rincari per gli utenti già passati al mercato libero. In questo caso, l’aumento sarebbe del 2,18%, con una spesa prevista per il 2020 pari a 1009,37 €. (rispetto ai 987,87 € del 2019).

Il dato complessivo

Sommando gli incrementi delle bollette luce e gas diventa ulteriormente palese come l’aumento dell’IVA vada a colpire soprattutto gli utenti in maggior tutela. Questa tipologia di consumatori si troverebbe a passare dai 1695,56 € attuali ai 1779,22 € del 2020 (+4,93%).

Inferiori, ma comunque non irrilevanti, la crescita delle bollette per gli utenti del mercato libero: da 1480,36 € si arriverebbe a 1514,46 € (+2,30%).

Vuoi associarti a IRE? Puoi farlo subito a soli 59,00 euro!

+39 0541 179 24 14

 attivo dal lunedì al venerdì | ortari 9 > 13 | 14 > 22

indirizzo:  via Flaminia Conca, 43
 47923 Rimini RN

email: servizioclienti@istitutoire.it