Skip to content
crescita-auto-elettriche

Auto elettriche: sorpasso sulle vendite entro 10 anni

Corrette al rialzo le stime di crescita del mercato delle auto elettriche. Già nel 2028, metà delle immatricolazioni in Europa riguarderà veicoli elettrici.

Una scalata più rapida del previsto

Una buona notizia per consumatori, industria automobilistica e potenzialmente per l’intero pianeta. Nel suo ultimo report, il Boston Consulting Group ha corretto al rialzo le stime del 2017 sulla crescita del mercato delle auto elettriche.

Secondo le ultime proiezioni, le vendite di veicoli elettrificati crescono ancora più velocemente del previsto. A livello mondiale, l’immatricolazione di auto elettriche rappresenterà nel 2025 un terzo dell’intero mercato, raggiungendo il 51% nel 2030 e sorpassando, quindi, le auto alimentate esclusivamente da motori a combustione interna.

Per quanto riguarda l’Europa, le stime sono ancora più incoraggianti. Già nel 2028, infatti, veicoli elettrificati e veicoli a motore endotermico giungeranno a spartirsi alla pari il mercato. Nel 2029 avverrà poi l’inevitabile sorpasso, con il 54% di auto elettrificate contro il 46% delle auto a combustibili fossili. Distanza destinata poi ad amplificarsi l’anno successivo (58 a 42), con i veicoli completamente elettrici che rappresenteranno un quarto della quota di mercato (25%).

Proiezioni di vendita in Europa per il settore auto. (Fonte: BCG)

Ciò che balza immediatamente agli occhi è che, nonostante la situazione attuale sulla vendita di auto elettriche sembri apparentemente sconfessare tali confortanti annunci, il BCG parla addirittura di proiezioni più incoraggianti e di un sorpasso che avverrà prima del previsto.

Tuttavia, anche per quanto riguarda le immatricolazioni in Italia, nel primo mese del 2020 si riscontrano già dei piccoli segnali della rivoluzione di questo nuovo decennio. Infatti, sebbene ancora ferme a un poco rilevante 1,2%, la vendita di auto elettriche è sette volte superiore a quella fatta registrare nello stesso mese del 2019.

Le ibride rappresentano invece già una fetta significative di mercato, con un 10% che raddoppia il dato del gennaio 2019.

Le ragioni della crescita

Sono numerosi i fattori che stanno guidando l’accelerazione del tasso di crescita delle auto elettriche e di tutti gli altri veicoli elettrificati.

Il primo è senz’altro rappresentato dagli incentivi statali che stanno svolgendo un ruolo fondamentale nella riduzione dei costi per l’acquisto.

Un secondo elemento è poi una regolamentazione generalmente più severa sulle emissioni di CO2. Ciò sta costringendo le case automobilistiche a incrementare la produzione di veicoli elettrici per evitare di incorrere in multe anche molto pesanti.

Infine, un incentivo all’incremento è determinato dalla svolta sulle batterie. I prezzi in continuo calo (-80% tra il 2014 e il 2030) e la garanzia di un’autonomia di percorrenza sempre più ampia stanno inoltre contribuendo a una crescente soddisfazione degli automobilisti che scelgono un’auto elettrica e l’aumento di coloro che ne prendono in considerazione l’acquisto.

Proprio la dichiarata felicità dei consumatori consente all’industria automobilistica di progettare con maggiore serenità la riorganizzazione del settore in chiave elettrica. Sotto questo punto di vista, nei prossimi 10 anni si prevedono oltre 300 miliardi di dollari di investimento sulla riconversione dell’automotive. Il risultato di tale sforzo sarà rappresentato, già nel 2025, dall’introduzione di 400 nuovi modelli di auto elettriche ed elettrificate.

Tutto questo, secondo le analisi del BCG, comporterà anche un cambio nella guida alla crescita del settore elettrico. Infatti, le stime lasciano intendere che, già entro il 2023, le forze di mercato prenderanno il controllo e guideranno la vendita di auto elettriche. Fino a quel momento, invece, lo slancio sarà ancora garantito da una spinta pubblico-privato.

Le proiezioni di vendita lasciando poi intendere che nella seconda parte del decennio il tasso di crescita delle auto interamente elettriche sarà costantemente oltre il 30% annuo. A farne maggiormente le spese saranno le auto diesel, che crolleranno al 4% nel 2030, vittime di normative ostili e di divieti di circolazione imposti in sempre più numerosi centri urbani.

Vuoi associarti a IRE? Puoi farlo subito a soli 59,00 euro!

Richiedi subito informazioni
+39 0541 1792414

attivo dal lunedì al venerdì | orari 9 > 13 | 14 > 18

indirizzo
via Flaminia Conca, 43
 47923 Rimini RN

email
servizioclienti@istitutoire.it