Skip to content
bollette-luce-e-gas-calo

Bollette luce e gas: meno costi per le famiglie italiane

Il 2020 porta in dote buone notizie: nel primo trimestre, si registrano forti ribassi per l’energia elettrica, sostanzialmente stabili le tariffe gas.

Tariffe luce: le ragioni del risparmio

Nei giorni scorsi, l’ARERA ha comunicato il consueto adeguamento trimestrale per le bollette luce e gas. I dati rivelano che gli utenti ancora in regime di tutela potranno godere di tariffe più basse fino a tutto il mese di marzo. A emergere è innanzitutto il forte ribasso di cui potrà infatti beneficiare una famiglia-tipo, con un calo del 5,4% per l’energia elettrica.

Ma cosa ha condotto a questa netta diminuzione dei costi? A influire è innanzitutto il calo della spesa per gli oneri di sistema (-11%), ossia il fabbisogno necessario alla copertura dei costi relativi alle attività di interesse generale per il sistema elettrico. Al positivo dato contribuiscono, inoltre, anche le basse quotazioni delle materie prime nei mercati all’ingrosso (-8%) e, in parte, il contenimento dei costi per il trasporto e la distribuzione (-0,17%). A pesare negativamente sono invece le spese per la commercializzazione al dettaglio della materia energia, con un aumento del 6,5%.

Al netto delle tasse, dunque, la spesa di energia elettrica per un utente medio è pari a 544,20 euro nell’anno scorrevole (compreso tra aprile 2019 e marzo 2020). In percentuale, questo significa un calo del 2,9% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (aprile 2018 – marzo 2019).

Tariffe gas: lieve aumento per le famiglie

Il calo della spesa complessiva per le bollette luce e gas nasconde però un piccolo dispiacere per le famiglie italiane. Infatti, sebbene in modo estremamente contenuto, il gas naturale riserva un aumento del 0,8%.

Tale variazione è determinata dall’aumento della spesa per la materia prima (+1,3%) causata principalmente alle quotazioni attese nei mercati all’ingrosso nel prossimo trimestre invernale. Ad attutire l’impatto in bolletta sono invece le tariffe di trasporto e distribuzione (-0,4%) e le spese per gli oneri generali (-0,1%).

Tuttavia, il lieve rialzo delle tariffe del gas non scalfisce l’ottimo risultato complessivo nell’anno scorrevole: tra aprile 2019 e marzo 2020, la spesa di gas di una famiglia tipo è di circa 1040 euro. Un dato, questo, che porta a una diminuzione vicina alla doppia cifra: -9,5% rispetto ai 12 mesi precedenti (aprile 2018 – marzo 2019).

Quali sono le prospettive per il 2020?

L’inizio del 2020 ha portato con sé una diminuzione delle spese per le famiglie italiane, ma resta instabile la situazione per il prosieguo dell’anno. Le recenti tensioni geopolitiche internazionali rischiano infatti di causare contraccolpi anche alle bollette luce e gas.

Nel dettaglio, la crisi iraniana potrebbe spingere a un rincaro dei prezzi del petrolio (essendo l’Iran fra i maggiori esportatori mondiali di greggio). Nelle prossime settimane, saranno dunque oggetto di valutazione la capacità delle diplomazie di frenare l’attuale escalation e la reazione che avranno i mercati.

Da non sottovalutare appare anche la situazione libica, apparsa in questi giorni ancora più instabile del solito. Sebbene, infatti, il prezzo del gas italiano resti in parte legato ad altri mercati, l’interruzione dell’approvvigionamento dalla Libia potrebbe influire ugualmente sulle nostre bollette.

La consapevolezza che fa risparmiare

L’incertezza sulle prospettive future e una comunque generale difficoltà a interpretare gli indirizzi del mercato, inducono ad avere una visione più ampia sulla gestione della spesa energetica.

Proprio per questo, l’Istituto IRE supporta i propri Associati grazie alla propria esperienza nel settore e alle proprie competenze di buyer energetico. In particolare, per ciò che concerne le bollette luce e gas, l’Associato IRE beneficia di tariffe a condizioni ottimali grazie all’inserimento in specifici Gruppi d’Acquisto che tengono conto della tipologia di utenza.

È questa la prima fase di un più ampio percorso di consapevolezza e di riduzione dei costi energetici. L’individuazione di interventi personalizzati di efficientamento e autoproduzione garantiscono infatti un più corposo risparmio sulle spese energetiche generali che il consumatore si trova attualmente costretto a sostenere.

Vuoi associarti a IRE? Puoi farlo subito a soli 59,00 euro!

Richiedi subito informazioni
+39 0541 1792414

attivo dal lunedì al venerdì | orari 9 > 13 | 14 > 18

indirizzo
via Flaminia Conca, 43
 47923 Rimini RN

email
servizioclienti@istitutoire.it