Skip to content
potenza-del-contatore

Potenza del contatore: come cambiarla e quanto costa

Tutto ciò che c’è da sapere sulla potenza del contatore, sulle procedure e i costi di variazione e su come scegliere la soluzione più adeguata.

Cosa intendiamo per potenza del contatore?

La prima cosa da sapere riguardo la potenza del contatore è che c’è una differenza tra potenza disponibile e potenza impegnata.

Quest’ultima, espressa in kilowatt (kW), rappresenta il livello di potenza stabilito nel contratto di fornitura sulla base delle esigenze del cliente. Quanto alla potenza disponibile, essa rappresenta invece la potenza prelevabile senza che intervenga lo “scatto” del limitatore del contatore, cioè ciò che avviene quando viene interrotta momentaneamente l’erogazione di energia a seguito del superamento del limite massimo consentito da contratto.

Solitamente, la potenza impegnata per uso domestico è di 3 kW. La potenza disponibile, invece, corrisponde almeno al 10% in più (nei casi di clienti con potenza impegnata fino a 30 kW).

Come si cambia la potenza del contatore?

È esperienza comune aver provato l’interruzione di corrente a seguito dello scatto del limitatore automatico del contatore. Quando una circostanza del genere avviene con frequenza, è probabilmente giunto il momento di effettuare una variazione di potenza.

Per farlo, è necessario fare richiesta al proprio fornitore di energia, che gestirà le comunicazioni con il distributore per quanto riguarda la formulazione del preventivo e l’eventuale successiva accettazione del cliente.

Per potenze fino a 6 kW, il fornitore informa direttamente il cliente su costi, tempi di esecuzione e diritto a eventuali indennizzi.

Di quanto può variare la potenza?

Da qualche anno, l’ARERA ha introdotto maggiori fasce di rimodulazione della potenza e tariffe agevolate per la variazione da parte dei clienti domestici, sia per richieste di aumento che di riduzione. In questo modo, si è cercato di evitare esborsi eccessivi e non sempre del tutto necessari.

Tali condizioni sono state prorogate di recente fino al 31 dicembre 2023. Fino a quella data, gli utenti possono cambiare la propria potenza casalinga con variazioni minime. Nel dettaglio, gli aumenti possono essere di 0,5 kW fino a 6 kW, di 1 kW da 6 a 10 kW, di 5 kW da 10 a 30 kW.

Quanto costa variare la potenza del contatore?

Oltre a confermare le tariffe agevolate (ridotte del 20%) fino a tutto il 2023, l’ARERA ha anche azzerato il contributo in quota fissa a copertura degli oneri amministrativi legati alle variazioni di potenza. In questo modo, si intendono favorire aumenti legati all’introduzione di apparecchiature più efficienti da un punto di vista energetico.

Per quanto riguarda gli aumenti di potenza, il costo è di 55,66 € per ogni kilowatt aggiunto (fino a 6 kW). Oltre i 6 kW, il contributo è di 69,57 €/kW.

Per gli utenti ancora in regime di tutela, è previsto anche un contributo al venditore pari a 25,86 €. Per gli utenti già passati al mercato libero, invece, il costo varia a seconda del fornitore.

Non è richiesta alcuna spesa, poi, per eventuali richieste di diminuzione di potenza del contatore.

Per il passaggio dalla bassa alla media tensione, è necessario pagare tre quote forfettarie:

  • 56,04 € per ogni kW aggiuntivo;
  • 442,05 € di quota fissa;
  • 25,81 € per gli oneri amministrativi.

Un aiuto importante

Nel supportare i propri Associati, l’Istituto IRE dà una mano anche a identificare l’eventuale e più adeguato aumento di potenza per gli interventi di efficienza energetica suggeriti, evitando esborsi economici superflui.

In un’ottica globale della gestione energetica, IRE offre così la soluzione ottimale per le imprese che intendono abbattere la propria spesa nel medio-lungo periodo, così da destinare le risorse recuperate per il loro core business e per investimenti tecnologici.

Per saperne di più sul Mondo IRE e su come possiamo aiutare la tua azienda, puoi contattare l’Istituto all’indirizzo e-mail info@istitutoire.it.

Vuoi associarti a IRE? Puoi farlo subito a soli 59,00 euro!

Richiedi subito informazioni
+39 0541 1792414

attivo dal lunedì al venerdì | orari 9 > 13 | 14 > 18

indirizzo
via Flaminia Conca, 43
 47923 Rimini RN

email
servizioclienti@istitutoire.it